IL FUTURO È ADESSO: L’anno nuovo inizia… da te

Dopo aver letto un report pubblicato da un gruppo di scienziati sulla rivista Nature nel 2012, che ribadiva la necessità di correre ai ripari, perché il nostro pianeta non può sostenere ancora a lungo l’attuale ritmo di sfruttamento delle sue risorse, e le conseguenze ambientali minacciano niente meno che l’estinzione della specie umana per come la conosciamo, Cyril Dion e Mélanie Laurent hanno deciso di intraprendere un viaggio in cerca delle possibili soluzioni.

Lo scrittore, regista, poeta e attivista Cyril Dion

Domani” (2015) è dunque un documentario on the road, che attraversa parte dell’Europa e degli Stati Uniti e approda fino in India e all’isola della Réunion, alla ricerca degli esempi virtuosi in cinque campi, che indicizzano il film in capitoli, e sono l’agricoltura, l’energia, l’economia, la democrazia e l’istruzione. 
Poiché la conoscenza delle possibilità, specie in queste materie, è il primo fattore necessario, ben venga la circolazione di Domani (
Recensione di Marianna Cappi).

Concordo sulla necessità di far conoscere questo docufilm che è molto ben fatto e offre parecchi spunti di riflessione, oltre a riportare esperienze concrete di cambiamento per far fronte ai problemi che espone.
Rincuora il sapere che ci sono persone illuminate che sono già all’opera per fare qualcosa per il pianeta e il benessere delle persone. Infatti, la conoscenza fine a se stessa non produce cambiamento.
È un buon punto di partenza, necessario, ma da sola non è sufficiente.
Ieri leggevo queste parole che ben esprimono quello che voglio dire: sono tratte da “PENSA e ARRICCHISCI TE STESSO  per le donne” scritto da Sharon Lechter.


Le persone devono imparare a ORGANIZZARE E USARE LA CONOSCENZA DOPO AVERLA ACQUISITA.


Questo è il passo decisivo, ovvero la capacità non solo di acquisire la CONOSCENZA, ma anche di imparare le abilità di pensiero cruciali necessarie per applicare tale CONOSCENZA.

Quello che pensa la maggioranza delle persone è molto importante per chi opera scelte che coinvolgono tutti, come ad esempio i governi. Si tratta dell’opinione pubblica, che parte dalla testa di ognuno di noi.

Da Wikipedia: L’opinione pubblica è costituita dai desideri, dai desideri e dal pensiero della maggioranza delle persone. È l’opinione collettiva delle persone di una società o di uno stato su una questione o problema. 

Questo è un concetto la cui importanza è stata sottolineata nelle serate nostre dedicate al BenEssere in particolare da Ivan Scortegagna, Achille Sacchi e Giancarlo Ferron.
È così importante quello che pensiamo che c’è chi è pagato per studiare e mettere in atto una manipolazione del nostro pensiero, affinché desideriamo non ciò che il nostro cuore ritiene giusto ma ciò che gli interessi di pochi vogliono farci pensare sia giusto.

Cyril Dion. il regista, spiega così il filo rosso che attraversa il documentario: “Volevamo dimostrare che è tutto collegato. Che non è possibile affrontare i problemi separatamente. L’agricoltura occidentale, per esempio, è totalmente dipendente dal petrolio. Cambiare il modello agricolo significa cambiare anche il modello energetico. Ma la transizione energetica costa cara, e quindi bisogna affrontarla in termini economici. Purtroppo, oggi l’economia crea disuguaglianze ed è in larga misura responsabile della distruzione del pianeta, quindi è necessario regolamentarla in modo democratico. Ma perché una democrazia funzioni, bisogna che faccia affidamento su cittadini illuminati ed educati ad essere liberi e responsabili”. Gabriele Salari – addetto stampa Greenpeace Italia

Quello di creare cittadini illuminati ed educati ad essere liberi e responsabili è un compito che non può più essere demandato alla scuola, che non riesce più a farlo per molteplici motivi, ma è un impegno che ognuno di noi deve assumersi secondo le proprie capacità. È finito il tempo di demandare ad altri la responsabilità della nostra felicità!

Guardate questo docufilm con le persone che amate e poi condividete con noi il vostro pensiero. Lo trovate anche in dvd nella rete delle biblioteche!

Cyril Dion e Mélanie Laurent con il cast tecnico del film.

L’augurio per il nuovo anno è dunque che sia un anno di felicità consapevole e ascolto sincero del cuore, che da sempre sa che cosa è bene per noi e per gli altri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.