Nuovi equilibri tra uomo e natura

Un’uscita in montagna con lo scrittore/guardiacaccia Giancarlo Ferron non è mai una gita o un’escursione, ma una esperienza che arricchisce gli occhi e la mente.
Da alcuni anni, almeno un paio di volte l’anno, come associazione organizziamo quelle che chiamiamo “uscite esperienziali”: di queste almeno una è condotta da Ferron. Quest’anno si è tenuta il 17 ottobre 2020, qualche giorno dopo la serata “Nuovi equilibri tra uomo e natura” nell’ambito della rassegna Benessere&Ambiente 2020.
Dopo le prime due serate e l’uscita, la rassegna si è interrotta a seguito del DPCM del 18 ottobre che sospendeva le serate pubbliche a causa dell’espandersi del contagio da Covid19.

Il monte Novegno in una suggestiva atmosfera di nebbia e neve nella bella foto di Toni Visentin.

Giancarlo ci offre ogni volta una immersione nella natura e ci accompagna in posti, percorsi e sentieri poco battuti, offrendoci una esperienza insolita che ci dà la possibilità di entrare in contatto con noi stessi. 

Condividiamo il cammino con altri che come noi fanno il nostro stesso viaggio in una natura ancora incontaminata, che ci offre l’occasione di tornare dentro noi stessi. 

Seguiamo con fiducia Giancarlo illuminati dalle sue parole semplici ma profonde, che arrivano dritte al cuore.

Camminiamo e la calma e il silenzio esterni entrano dentro di noi piano piano, dolcemente.

Licia Poncato

Saliamo, ognuno con il proprio ritmo e ci troviamo poi al rifugio per mangiare qualcosa insieme. Al termine del pranzo, nutriamo anche le nostre menti con il sorteggio di bigliettini che contengono frasi tratte dai libri del nostro autore preferito che ci accompagna. Ferron si sente un po’ in imbarazzo perché si sente paragonato ai grandi della letteratura, ma l’imbarazzo si dissolve come la nebbia che continua a farci visita a intervalli mentre il sole e le nubi si alternano. Chi vuole può leggere a voce alta e commentare la sua frase. Inizia Giancarlo.

Giancarlo Ferron

Poi leggiamo tutti, grati per l’attenzione che il gruppo ci offre.

Siamo un po’ sorpresi: le frasi che abbiamo pescato ad alta quota rispecchiano esattamente come ci sentiamo e quello di cui abbiamo bisogno.

Mentre ascoltiamo, leggiamo e condividiamo non ci accorgiamo degli splendidi ritratti che Antonio “Toni” Visentin ci scatta, cogliendoci in intense espressioni.

Alessandro Pennasilico

Pima che il sole scompaia definitivamente dietro alle nubi, Giancarlo ci invita a scendere.

La strada del ritorno ci regala paesaggi che cambiamo continuamente.

Mentre camminiamo si è alzata la nebbia, ma siamo sereni:  Giancarlo ci conduce sulla strada del ritorno continuando a raccontarci aneddoti ed illustrando l’ambiente che, ai nostri occhi, è ormai evanescente.

Le uscite con Giancarlo Ferron si chiudono sempre con un dolce calore nel cuore e nella pancia.

Questa volta, il locale consigliato è DaMarco, un luogo ricco di sensibilità e creatività, oltre che di buon cibo…

Grazie a tutti per aver condiviso questa singolare giornata: siamo rifioriti!

 

Una risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.