IL FIORE DELLA SOSTENIBILITÀ

IL FIORE DELLA SOSTENIBILITÀ

Progetto presentato da Federica Luccon (22 anni) di Quinto Vicentino.

La protagonista del mio progetto è la lavanda.
La lavanda è una pianta dalle molteplici proprietà e la mia idea è quella di aggiungere al paese un tocco di profumo e di colore in più, beneficiando contemporaneamente delle potenzialità di questo meraviglioso fiore.
Oltre ad essere un piacere per gli occhi, la lavanda può aiutarci a liberare la mente grazie al suo particolare profumo.

Di fatto, una delle sue proprietà è quella di calmare e rilassare; fare una passeggiata tra queste distese colorate di viola, immersi nel profumo inebriante che emanano potrebbe rappresentare per i cittadini un momento piacevole e rilassante, utile per recuperare le energie e lasciare cadere i pensieri negativi.
Questo è un aspetto che potrebbe essere d’aiuto, in piccola parte, a molte persone visto il grande stress psicologico al quale abbiamo dovuto far fronte durante il recente periodo di emergenza sanitaria.
Ridare vita a terreni incolti o abbandonati con una coltivazione di lavanda potrebbe essere un’occasione per arricchire il paese sia economicamente che turisticamente.
Riempire le distese di campi incolti con una coltivazione di piante di lavanda potrebbe rappresentare un motivo di visita per i turisti: il nostro paese potrebbe diventare come una piccola Provenza, con l’unica differenza che si trova nel Vicentino.

Inoltre, se si riuscisse a coltivarne una quantità importante si potrebbe pensare anche alla sua vendita, portando così un beneficio economico al paese.
In aggiunta, i fiori di lavanda rappresenterebbero degli elementi importanti per la biodiversità del nostro territorio; essi, con il loro profumo, attirerebbero le api e in questo modo si potrebbero nutrire continuando così ad esistere visto l’attuale rischio di estinzione che le riguarda.
In questo modo eviteremmo le gravi conseguenze che potrebbero presentarsi nel caso in cui dovessero estinguersi completamente, come la perdita di fiori, piante e alberi da frutto.
Per tutte queste ragioni la lavanda rappresenterebbe un valore aggiunto al nostro territorio.
Il mio progetto vuole quindi essere d’aiuto sia per il cittadino che per l’ambiente

Provenza – Sud-est della Francia