IVAN: L’ARTE PASTICCERA

Legare ciò che faccio ad istanti felici delle persone, contribuendo al benessere degli altri.

Da bambino, ho imparato da subito a relazionarmi con ciò che mi circondava: natura, persone e relazioni sono sempre state per me maestre da cui recepire insegnamenti e informazioni.

Da ragazzo avevo sempre un pensiero fisso e cioè quello di capire.
Capire le motivazioni per le quali gli individui agiscono in un modo o nell’altro.
Comprendere ciò che sta dietro una scelta, sia essa dettata dall’istinto (quasi sempre) o dal ragionamento (molto poco). Questa attitudine mi è stata trasmessa dalle mie due nonne, le quali, in modo diversi, mi hanno portato ad un approccio verso le persone, le cose e gli animali denso di rispetto.

La svolta è stata la pasticceria, ambiente che conoscevo molto bene, nel quale ero cresciuto ma che mi appariva come un “laboratorio dove far da mangiare”.
Ho scoperto che questo poteva diventare qualcosa di più.

Grazie agli studi alberghieri al Maffioli di Castelfranco Veneto, continuati con l’esperienza universitaria a Padova in Scienze e Culture della Gastronomia e della Ristorazione, questo “laboratorio dove far da mangiare” è diventato un “laboratorio di ricordi, felicità e amore”.

Tutti questi termini sono riconducibili alla mia professione.

I dolci, tutti, senza distinzione di paese, tradizione, scelta etica e alimentare sono legati a momenti felici, provocano ricordi e sono legati all’amore.

Ivan Scortegagna, presidente della nostra associazione e Alessandro Pennasilico, segretario e direttore artistico.