LaureatInLuce: Anna Paulon

La seconda talentosa laureata della rassegna si divide tra Cavazzale e Trento, ama e studia l’arte e si pone delle domande…

Sono Anna Paulon, sono cresciuta a Monticello Conte Otto ma da quattro anni divido la mia vita tra Cavazzale e Trento, la mia seconda casa: all’Università degli studi di Trento ho studiato Beni culturali storico artistici, laureandomi il 19 dicembre 2019, mentre attualmente sto proseguendo nello stesso Ateneo il percorso di laurea magistrale di Storia dell’Arte.

Anna è flautista con all’attivo diversi concerti a livello internazionale.
Un’altra grande passione, coltivata fin da giovanissima: lo scoutismo. Oggi Anna è capo scout.
Un capo scout in escursione… nell’arte!
L’arte è un’altra delle passioni di Anna, a cui ha dedicato studi, approfondimenti e la tesi presentata.
19 dicembre 2019: la dottoressa Anna.
Arte, musica, scrittura e cultura: il motore propulsore della nostra laureata.

La tesi di laurea è nata dal mio interesse per la psicologia dell’arte, ambito di studi multidisciplinari che ho analizzato dal punto di vista storico, cercandone una possibile origine. La mia tesi si intitola “Le origini della psicologia dell’arte: il concetto di volere artistico”, proprio perché ho voluto approfondire la genesi di un concetto ampio e complesso che mette in comunicazione arte e psicologia.
Ma si può davvero parlare di psicologia dell’arte? Questa domanda conclude il mio elaborato lasciando spazio a diverse possibilità interpretative, perché la ricerca conduce sempre attraverso nuove teorie e ogni teoria può essere letta attraverso infiniti punti di vista.

A seguire il pdf con le slide relative alla tesi presentata al pubblico e i link relativi al percorso di Anna.

Links utili del percorso di Anna

Università di Trento – Dipartimento di Lettere e Filosofia
Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto

La serata di Anna

Foto di Roberto Meneghini e Licia Poncato

La seconda serata dei “LaureatInLuce di Monticello Conte Otto”, sempre incorniciata da Villa Zanella, è stata intensa e ricca di contenuti.
Dopo l’introduzione del Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Giovanili Cristina Zanini, il prof. Mauro Maruzzo ha collegato Giacomo Zanella, di cui ricorre il bicentenario della nascita, con il talento giovanile attraverso la corrispondenza della giovane Vittoria Aganoor, una delle allieve dell’abate che diverrà una delle figure più importanti nel panorama letterario del primo ‘900.
A seguire Anna Paulon ha introdotto la sua serata con un omaggio a Philippe Daverio, lo storico dell’arte scomparso proprio il giorno prima, che è stato uno degli stimoli che hanno mosso la sua passione per la storia dell’arte e il suo percorso di studi.
Anche questa serata ha avuto come sostegno i ragazzi e le ragazze della Pro Loco Giovani e un folto pubblico che ha seguito con interesse la tesi di Anna su “Le origini della psicologia dell’arte: il concetto di volere artistico”.
Ringraziamo ancora l’Amministrazione Comunale con particolare riferimento all’Assessorato alle Politiche Giovanili, la Pro Loco, la magia tecnica di Lorenzo Riello e i nostri partner: Rossi&Arcandi Lab, Cestaro Fonderie, Prix Supermercati, Gastronomia Il Ceppo, Caffé Bistronomia e l’enoteca Chiaro d’Uva per i brindisi in finale di serata.

Cristina Zanini, Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Giovanili di Monticello Conte Otto, introduce il progetto “LaureatInLuce di Monticello Conte Otto”.
Cristina Zanini
Cristina Zanini presenta partner e sponsor della rassegna: Rossi&Arcandi Lab, Cestaro Fonderie, Prix Supermercati, Gastronomia Il Ceppo, Caffé Bistronomia e l’enoteca Chiaro d’Uva
Il prof. Mauro Maruzzo, ha collegato Giacomo Zanella, di cui ricorre il bicentenario della nascita, con il talento giovanile attraverso la corrispondenza della giovane Vittoria Aganoor.
Alessandro Pennasilico di Life in Progress, e di spalle il prof. Mauro Maruzzo.
Anna Paulon si prepara ad “entrare in scena”.
Anna Paulon e Alessandro Pennasilico preparano la presentazione.
L’omaggio video a Philippe Daverio, lo storico dell’arte scomparso proprio il giorno prima della serata, che è stato uno degli ispiratori di Anna per il suo percorso di studi.
Anna inizia raccontando il suo percorso e i suoi talenti.
Anna e il suo impegno come scout fin da giovanissima. In primo piano il papiro di laurea.
L’amministrazione Comunale al femminile di Monticello Conte Otto: da sinistra Carla Marcolin, Cristina Zanini, Anna, Susanna Gheller e Maria Luigia Michelazzo.
Cristina Zanini tra Alessandro Pennasilico e Licia Poncato, coordinattori di Life in Progress.
Alcuni dei ragazzi della “Pro Loco Giovani”, supposto insostituibile alla rassegna LaureatInLuce.
Una splendida luna su Villa Zanella e sulla serata di Anna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *